Guardare con lo sguardo dei più giovani il disagio, spostare il punto di vista e provare a comprendere, creare un’occasione per lavorare in gruppo per provare a scandagliare emozioni, pericoli, conseguenze. Questo è stato per noi sostenere con il Fondo Etico il bando  ‘Educarsi alla salute è educarsi alla vita’, promosso dagli assessorati alla Politiche giovanili e all’Istruzione del Comune di Potenza

Con l’assessore alle Politiche giovanili del Comune di Potenza, Vittoria Rotunno che ha introdotto e coordinato la cerimonia di premiazione del concorso. L’appuntamento che si è svolto nel Centro sociale di Malvaccaro, mercoledì 8 giugno alle ore 16,  ha visto i saluti istituzionali del Prefetto, S.E. Michele Campanaro e del Sindaco di Potenza Mario Guarente e gli interventi dell’assessore all’Istruzione Alessandra Sagarese, del dirigente dei Servizi alla persona Giuseppe Romaniello e del nostro direttore generale, Giorgio Costantino, il quale è intervenuto con un messaggio di cooperazione diretto ai ragazzi:

 

«Ludopatia, policonsumo, disturbi alimentari non sono solo parole lontane. “Educarsi alla salute è educarsi alla vita”, il bando del Comune di Potenza, che attraverso il fondo etico abbiamo sostenuto con grande spirito di collaborazione,  ha voluto portare i giovani potentini a studiare, informarsi, riflettere su queste realtà. Se qualcuno dei vostri amici ha un problema, stategli vicino. Solo facendo comunità siamo più forti»

«La cerimonia – sottolinea l’assessore Rotunno – è il punto di arrivo di un lungo percorso che ha coinvolto le scuole che hanno aderito al bando, attraverso seminari di approfondimento e lavori specifici mediante i quali, gli studenti, hanno dimostrato la loro grande sensibilità e la capacità di centrare le tematiche proposte»

 

 

 

 

Spargi la voce :)